La curcuma ha controindicazioni, e può causare effetti collaterali?

Scopriamolo insieme!

La curcuma, la famosa spezia dai mille usi e dalle svariate proprietà benefiche, consumata regolarmente fa molto bene alla salute, su questo non c’è alcun dubbio.

Grazie alle note sue proprietà terapeutiche come quella antitumorale dovuta alle sue eccezionali qualità antiossidanti, antinfiammatoria e dimagrante!

Ma purtroppo come tutte le cose ha anche delle controindicazioni, soprattutto se usata in maniera scorretta!

Ci sono alcune condizioni patologiche, e alcuni tipi di trattamenti farmacologici, che vietano o sconsigliano l’utilizzo della curcuma o di integratori a base di curcumina, onde evitare effetti collaterali!

Anche se consumata in modo spropositato, esagerando con le dosi consigliate, la curcuma può provocare delle spiacevoli conseguenze!

Continua a leggere l’articolo per scoprire quanta curcuma assumere, per non eccedere con le dosi, in quali condizioni patologiche è meglio evitarla, e infine con quali farmaci è meglio non abbinare l’assunzione di curcuma!

Quanta curcuma assumere

curcuma controindicazioni effetti collaterali quanta assumerne

Per evitare qualsiasi controindicazione o effetto collaterale, la dose giornaliera di curcuma consigliata va dai 3 ai 5 g al giorno, circa 1 cucchiaio da minestra!

Per un uso normale, da inserire in una dieta salutare, e godere dei suoi benefici ma senza particolari pretese, puoi utilizzare della semplice curcuma in polvere destinata all’uso in cucina.

Puoi trovare su Amazon la migliore curcuma biologica in polvere, Clicca qui!

Per migliorarne la sua efficacia e facilitarne l’assorbimento, puoi abbinarla a dell’olio extravergine d’oliva e del pepe nero!

Mentre se sei alla ricerca di un effetto nettamente maggiore, destinato a un uso terapeutico, curativo o per perdere peso, ti consiglio senza alcun dubbio l’estratto concentrato di curcumina (il principio attivo della curcuma che racchiude tutti gli effetti benefici), che puoi trovare esclusivamente negli integratori!

In caso di assunzione di integratori di curcumina, che il più delle volte si presentano in compresse o capsule, la dose consigliata e di 2 al giorno.

In commercio ne esistono di tantissimi tipi e marche diverse, e spesso è difficile scegliere quello giusto, senza avere le conoscenze adeguate, e senza averne provati di diversi.

Il migliore in assoluto, è senza alcun dubbio il Piperina & Curcuma Plus della Natural Fit (si è dimostrato il più efficace in una lunga serie di test), che puoi acquistare sul sito ufficiale in totale tranquillità!

Si tratta di un integratore a base di curcumina di origine biologica concentrata, unita alla piperina (principio attivo del pepe) che ne migliora l’assorbimento dal nostro organismo.

Usato in tutto il mondo, ha avuto un successo clamoroso, soprattutto grazie al suo strabiliante potere dimagrante!

Attenzione

Fai attenzione a non assumere dosi eccessive, potrebbe rivelarsi controproducente!

Qualche consiglio su come usare la curcuma

curcuma controindicazioni effetti collaterali come usarla

Ricorda sempre di abbinare la curcuma, che sia fresca, secca o in polvere, sempre a del pepe nero e a dell’olio extravergine d’oliva, questo abbinamento farà si che il tuo corpo riesca ad assimilarne una quantità maggiore!

Ci sono tantissimi modi per assumere la curcuma, in cucina nelle tue ricette, per preparare centrifugati, frullati e tisane, ma puoi aggiungerla in qualunque pietanza, perché grazie al suo sapore si adatta molto bene a tutto!

Consiglio

Per mantenere al meglio le proprietà della curcuma è sempre meglio utilizzarla a crudo. Nelle tue ricette aggiungila sempre a fine cottura, così da evitare la dispersione dei suoi principi nutritivi!

Eccoti alcuni consigli su come assumere la curcuma:

  • Aggiungi 1 cucchiaio all’acqua di cottura della pasta
  • Aggiungila alle tue zuppe di cereali e legumi
  • Aggiungi un cucchiaino alla tua tazza di tè
  • Aggiungi 1 cucchiaio in acqua calda di prima mattina a stomaco vuoto
  • Latte d’oro o golden milk (latte e curcuma è il metodo più diffuso!)
  • In tutte le tue ricette (meglio a fine cottura)
  • Tisana alla curcuma
  • Preparazione del curry
  • Miele d’oro (ti basterà aggiungere la curcumina al miele)
  • Aggiungila all’olio extravergine di oliva (olio aromatizzato alla curcuma)
  • Aggiungila ai tuoi succhi, centrifugati, frullati o estratti
  • Aggiungila all’impasto di pane, pizza e dolci
  • Condire tofu e seitan (ottimo per i vegani)
  • Aggiungila alla preparazione di salse
  • In aggiunta alla curcuma fresca
  • Aggiungila allo yogurt o ai formaggi freschi

Trovi utile questo articolo? Condividilo su Facebook, e fai conoscere anche ai tuoi amici quali sono le controindicazioni e gli effetti collaterali della curcuma!

Principali controindicazioni della curcuma

curcuma controindicazioni effetti collaterali principali

In un soggetto sano, la curcuma non comporta controindicazioni o effetti collaterali!

Consumare la curcuma quotidianamente e inserirla nella propria dieta, può apportare solo che benefici, ma sempre senza esagerare con le dosi, infatti un consumo eccessivo, anche in individui sani può provocare nausea, diarrea e acidità, perché come in tutte le cose il troppo storpia!

N.B: IN CASO DI COMPARSA DI QUESTO GENERE DI DISTURBI, É CONSIGLIABILE RIDURRE LE DOSI, E IN CASO DI INTEGRATORI SOSPENDERE IL TRATTAMENTO!

Le persone che invece soffrono di calcoli biliari o alla colecisti devono assolutamente astenersi dall’assunzione di curcuma per non rischiare di peggiorare la situazione!

Quando non assumere la curuma

In caso di queste patologie, è vivamente sconsigliato il consumo di curcuma.

In caso di queste particolari conidizioni patologiche, per togliervi ogni dubbio è sempre meglio rivolgersi al proprio medico, prima di iniziare ad assumere della curcuma!

Non assumere la curcuma se presente una o più di queste patologie:

  • Occlusione delle vie biliari
  • Problemi alla cistifellea
  • Persone con problemi correlati alla coagulazione del sangue
  • Calcoli alla colecisti e alle vie bilari
  • Ulcera gastrica
  • Insufficienza epatica

Effetti collaterali della curcuma con alcuni tipi di farmaci

curcuma controindicazioni effetti collaterali medicinali

La curcuma può comportare degli effetti collaterali, se assunta assieme a determinati tipi di farmaci, provocando una serie di reazioni, vediamo insieme quali sono!

Oltre a essere una spezia dai mille usi, la curcuma è uno dei più potenti rimedi naturali, tanto che date le sue proprietà terapeutiche, da secoli è usata nella medicina alternativa, per trattare svariati disturbi e patologie.

I maggiori benefici della curcuma sono dovuti al suo principio attivo, la curcumina. Svariati studi scientifici hanno dimostrato che questa sostanza ha effetti antitumorali, antiossidanti e anti-cancerogeni.

Grazie a queste sue proprietà curative, che in alcuni casi, viene addirittura consigliata in alternativa o in abbinamento a i classici farmaci tradizionali!

Però bisogna tenere conto, che ci sono pur sempre delle controindicazioni, infatti la curcuma presenta delle incompatibilità con alcuni tipi farmaci, e l’assunzione durante il trattamento farmacologico potrebbe scaturire dei pericolosi effetti collaterali!

Ecco le categorie di farmaci con il quale è sconsigliato assumere la curcuma:

  • Anti istaminici
    Le persone che assumono già antistaminici potrebbero presentare dei problemi se assunti insieme alla curcuma. Questo perché il contrasto tra i due principi attivi potrebbe scaturire delle reazioni allergiche come prurito, eruzioni cutanee e asma.
  • Farmaci per il diabete
    La curcuma grazie alle sue proprietà, è naturalmente in grado di abbassare i livelli di zucchero presenti nel sangue, infatti è altamente consigliata per chi soffre di diabete o colesterolo alto.
    Ma se assunta assieme a dei farmaci per il diabete, perché potrebbe far scendere ulteriormente il livello di glucosio nel sangue, ottenendo così l’effetto opposto e causando l’ipoglicemia. Questo comporta una serie di effetti collaterali come tremore, ansia, offuscamento e giramenti di testa.
  • Antiacidi
    La curcuma è famosa per ristabilire i livelli di acidità nell’intestino. Ma se assunta a determinati farmaci che hanno lo stesso compito come l’Omeprazolo, la Ranitidina, la Famotodina e la Cimetidina, può causare degli effetti collaterali. Causando gonfiore, mal di stomaco e nausea generale.
  • Anticoagulanti/antitrombotici
    La curcuma ha proprietà anticoagulanti, infatti è vivamente consigliata per le persone a rischio di patologie legate all’apparato cardio circolatorio, e anche chi ha subito by-pass, infarti e ictus. Questo perchè la curcumina è in grado di ridurre i coaguli nel sangue favorendo la circolazione. Ma sorge un problema, se l’assunzione di curcuma e accompagnata da farmaci anticoagulanti, può aumentare il rischio di emorragie interne. Quindi in caso di trattamenti con farmaci come l’Eparina, la Cardioaspirina, il Clopidogrel e il Warfarin, è altamente sconsigliabile sospendere l’assunzione di curcuma.

Conclusioni

In conclusione posso affermare che la curcuma è davvero una spezia strabiliante, che grazie alle sue naturali proprietà curative, è sicuramente uno dei migliori rimedi naturali al mondo, in grado di apportare svariati benefici al nostro corpo. 

Ma il mio consiglio è quello di non esagerare con le dosi, perché come tutte le cose anche la curcuma ha delle controindicazioni e effetti collaterali, sopratutto se usata in particolari condizioni patologiche o in abbinamento a determinate categorie di farmaci.

Quindi non sottovalutare mai l’effetto della curcuma, sia se usata fresca, secca, in polvere o sotto forma di integratori a base di curcumina.

Evita il fai da tè, e per tutti i dubbi o incertezze, chiedi sempre consiglio al tuo medico!

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime novità per rimanere in forma, i migliori rimedi naturali e i più importanti consigli di bellezza, benessere e cura del tuo corpo? Lascia un mi piace alla nostra pagina Facebook, grazie!

Ti è piaciuto l’articolo? Dai un voto: 

Curcuma: Controindicazioni ed Effetti Collaterali
Valuta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here