Anche tu hai molti punti neri sul viso?

Segui questi consigli e scopri cosa evitare e cosa non fare per non rischiare di peggiorare la situazione!!!

Punti neri: cosa non fare

I punti neri purtroppo colpiscono la maggior parte delle persone. Chi più chi meno, siamo tutti sulla stessa barca, veramente in pochi sono esenti da questo fastidiosissimo inestetismo della pelle.

Sebbene ci si dedichi a una minuziosa e attenta cura della propria pelle che ci permette di tenere sotto controllo la situazione, purtroppo questa non è sufficiente per eliminare i punti neri definitivamente.

Quindi dovrai armarti di pazienza e tanta costanza nella pulizia per evitare che, dopo il trattamento, tornino a sbucar fuori come funghi.

Nonostante ciò, non basta conoscere solo i rimedi più efficaci o i migliori prodotti come abbiamo visto negli altri articoli.

Ma, cosa molto importante, è anche essere a conoscenza di tutte quelle abitudini o azioni che devi evitare per non aggravare la situazione e ottenere così l’effetto contrario.

Pur agendo inconsciamente e in buona fede, il più delle volte possiamo correre il rischio di fare seri danni.

Grazie al mio aiuto ti guiderò in questa lotta, e ti svelerò cosa non fare e alcuni errori da evitare che probabilmente stai commettendo.

1. Non coprire i punti neri con cosmetici

Forse una delle azioni più sottovalutate, è proprio quella di andare a coprire i punti neri con un fondotinta, trucchi o altri prodotti destinati al make up.

Ricorda che non c’è alcun fondotinta al mondo, che può donarti lo stesso effetto di una pelle sana e curata.

Quindi inizia a mettere da parte, fondotinta, correttori ecc. smetti di coprire i comedoni e dedicati a una cura costante del tuo viso.

Ricorda che se continuerai a cercare di nascondere il problema, senza risolverlo alla radice, non te ne libererai mai, e continuerai a vivere con questo inestetismo della pelle!

Molto importante è anche avere l’abitudine di rimuovere il trucco e ripulire il viso tutte le sere prima di andare a dormire.

Pulire bene la pelle con acqua micellare o altri detergenti non aggressivi è una buona abitudine. Fai particolare attenzione a non lasciare residui di trucco o altro.

Questo piccolo accorgimento, permetterà ai pori della pelle di respirare, ed evitare l’accumularsi di sostanze e impurità presenti normalmente nei cosmetici.

Inoltre i punti neri sono un difetto che si può trattare con abbastanza semplicità, molto meno invadente di brufoli e acne. Ti basterà dedicargli 5-10 minuti del tuo tempo, l’uso di prodotti giusti, e vedrai che sarà veramente facile rimediare a questo problema.

Se hai molti punti neri sul naso, e stai cercando di nasconderli coprendoli con una miriade di prodotti, ti consiglio di eseguire una attenta e curata pulizia del viso!

2. Evita i prodotti non adatti, o troppo aggressivi

Un altro errore che fanno molte persone, è proprio quello di usare un unico prodotto per trattare ogni problema.

Ad esempio, spesso si fa confusione tra brufoli e punti neri. Bisogna capire che non sono affatto la stessa cosa e, quindi, i prodotti destinati ai brufoli non vanno assolutamente bene.

Ad esempio le creme studiate appositamente per chi soffre di acne, o comunque presenta molti brufoli, non vanno bene per trattre i comedoni, perché possono essere a base di oli o sostanze grasse.

Nei casi più gravi, questo tipo di creme, avrebbero l’effetto contrario sui punti neri, i quali a differenza dei brufoli, hanno un maggior bisogno di respirare e di non essere ostruiti.

Oppure, alcune creme potrebbero essere troppo aggressive o eccessivamente astringenti e andrebbero a chiudere i pori e a impoverire la pelle: un eccessivo rossore sul viso è un campanello di allarme.

Quindi stai alla larga da detergenti aggressivi, ma opta per quelli delicati.

Specialmente nelle stagioni fredde, puoi abbinare l’uso di una crema nutriente per pelli delicate (applicala anche prima di andare a dormire), ad un siero idratante per pelli secche.

3. Fai lo scrub, ma non abusarne

Per contrastare i punti neri, è molto importante fare regolarmente degli scrub sul viso. Puliscono la pelle, favoriscono l’eliminazione di vecchie cellule e la rigenerazione di nuove, agevolando la rimozione manuale dei comedoni.

Ma come in tutte le cose non bisogna esagerare, 2-3 scrub alla settimana sono più che sufficienti per la maggior parte dei tipi di pelle.

Dai un occhiata anche ai rimedi naturali, per scoprire ulteriori modi per esfoliare la pelle, ed eliminare i punti neri una volta per tutte, leggi l’articolo: Punti neri: rimedi naturali fai da te

Se questo articolo ti sta piacendo, e lo trovi utile, condividilo con tutti i tuoi amici su Facebook!

4. Non usi le spazzole detergenti? Niente di più sbagliato

Come ampiamente parlato nell’articolo dedicato alle spazzole per la pulizia del viso, possiamo affermare che questi accessori sono una delle invenzioni più efficaci per chi soffre di punti neri o semplicemente vuole prendersi cura della propria pelle.

Oltre ai classici scrub, tantissime persone hanno avuto una vera e proprio svolta dopo l’acquisto delle spazzole, grazie alla loro evidente efficacia. Ovviamente risultano molto più veloci e immediate rispetto alle maschere, scrub ecc, quindi ottime per chi ha poco tempo.

Un piccolo segreto che ti voglio svelare, è quello di abbinare un detergente alla pulizia con la spazzola, perché grazie alla schiuma, si andrà a ridurre drasticamente l’attrito, rendendo la pulizia piacevole come un massaggio.

Se vuoi sapere di più sulle spazzole per la pulizia del viso, come funzionano e vuoi un consiglio su quale acquistare e dove, leggi l’articolo: Miglior spazzola per la pulizia del viso 2018: quale scegliere?

5. Non usi le maschere regolarmente? Classico errore…

Negli ultimi tempi, c’è stato un vero e proprio boom in tutto il mondo delle maschere per punti neri, chiamate anche “black mask“.

Lo stesso vale anche per i cerottini per comedoni, le maschere naturali all’argilla, e tutte le altre tipologie di maschere destinate alla cura e pulizia del viso.

Visto l’enorme successo, ho voluto provare anche io queste tanto blasonate black mask. Dopo averne testate di tutti i tipi, marche e prezzi, sono giunto alla conclusione, che i migliori prodotti sono quelli Made in Italy, prodotte con ingredienti naturali e certificati, 100% di origine biologica.

Quella che ho preferito, oltre a essere quella che ha riscosso maggior successo nel mercato italiano (usata addirittura da famose fashion blogger e influencer) è stata sicuramente la Bioness Black Mask.

Se vuoi saperne di più a riguardo ti lascio l’articolo completo con tanto di opinioni e recensioni: Bioness Black Mask: la soluzione definitiva? Informazioni, recensioni e dove acquistarla

Ma l’aspetto più importante, di cui molte volte ci dimentichiamo, riguarda proprio la costanza. Fare dei trattamenti di tanto in tanto, sarà totalmente inutile! Dovrai invece essere regolare e costante, e i benefici saranno subito evidenti.

Vuoi saperne di più sulle black mask? Vuoi sapere cosa sono, come si usano, da dove arrivano e sopratutto quale scegliere, visto la vasta scelta, e non incappare in prodotti scadenti e nocivi? Leggi l’articolo: Black mask: cos’è, come si usa e quale scegliere

6. Spremere i punti neri con viso e mani sporche

Svegliarsi la mattina, guardarsi allo specchio e notare un nuovo maledetto punto nero che fino al giorno prima non c’era, è uno scenario presente nella vita di tutti.

Prima di agire in maniera impulsiva, devi soffermarti un attimo e pensare che potresti solo peggiorare le cose.

Quindi con la dovuta calma, dopo esserti lavato le mani in maniera molto accurata, munisciti di un fazzoletto pulito o meglio ancora una garza sterile, dopo di che potrai passare tranquillamente all’attacco.

Prendi anche l’abitudine di lavarti sempre il viso prima di andare a dormire (anche se non ci si è truccati), e la mattina appena svegli, altrimenti i batteri presenti sulla pelle favoriranno la proliferazione di punti neri.

Visto che siamo nel tema di errori da non fare, allego il video della Dottoressa Tina Pallotta, che spiega nel video quali sono gli errori da non commettere quando si effettua una accurata detersione del viso.

Video tutorial che spiega gli errori da non fare quando lavi il viso:

Se quello di schiacciare i punti neri manualmente, è il rimedio che ritieni più opportuno, almeno cerca di farlo con le dovute precauzioni.

Ti svelerò tutti i consigli, le controindicazioni, e come svolgere correttamente l’operazione nell’articolo: Schiacciare punti neri: come fare, consigli e indicazioni

Se i tuoi punti neri sul viso, sono particolarmente ostinati, puoi optare per un trattamento specifico, attraverso l’ausilio dell’innovativo aspira punti neri Blackhead vacuum!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il nome qui