Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

La tentazione di schiacciare i punti neri con le dita è moltissima! Ma sei certo che sia una pratica corretta?

Per scoprirlo prosegui nella lettura dell’articolo!

Schiacciare i punti neri è sbagliato?

Quante volte ti è capitato di non resistere alla tentazione di schiacciare i punti neri, quei maledetti inestetismi presenti sul viso?

Spesso e volentieri, pur di non sentirci a disagio in pubblico, prima di uscire ci poniamo di fronte allo specchio e tentiamo nell’impresa.

Solitamente cerchiamo di esercitare una leggera pressione con le dita, pensando di eliminare i punti neri definitivamente e porre fine a tutti i problemi senza arrecare alcun danno…

Ti capisco, capita spesso anche a me; ma siamo sicuri che sia una pratica del tutto corretta? Andiamo ad analizzarla insieme.

I Medici dicono che si tratta di una pratica piuttosto inopportuna e dannosa. Se fatto senza le dovute precauzioni, senza gli accessori adeguati e senza l’igiene necessaria, si può incorrere in spiacevoli conseguenze.

La continua sollecitazione da parte delle dita sui comedoni, (come ho già spiegato accuratamente in precedenza, si tratta del tappo di sebo che ostruisce il follicolo pilifero) contribuisce ad irritare ulteriormente la cute perché così facendo, andremo a rompere anche i capillari presenti nella pelle.

Di conseguenza, i tempi di guarigione aumenteranno, correndo inoltre il rischio di lasciare cicatrici permanenti. Poi c’è la questione della proliferazione di germi e batteri.

Per avere più informazioni su cosa sono i punti neri, sui sintomi, le cause e i rimedi, leggi l’articolo: Punti neri: sintomi, cause e rimedi principali 

Ormai tutti siamo a conoscenza che le nostre mani sono portatori di agenti patogeni, che si vanno ad annidare sotto le unghie e tra le dita.

Quindi il rischio di infettare il tutto è altissimo, e un’infiammazione del follicolo potrebbe provocare problemi ben peggiori, come pustole, cisti e quant’altro..

Vuoi conoscere altre pratiche del tutto scorrette per togliere i punti neri? Scopri tutte le cose da non fare in questo articolo: Punti neri: 6 errori da evitare assolutamente

Come schiacciare i punti neri?

Come ho spiegato sopra, schiacciare i punti neri mediante l’uso delle dita senza alcun accorgimento può essere molto rischioso. Però con le dovute precauzioni e prestando particolare attenzione, si può procedere “nell’operazione”.

Prima di procedere, ti consiglio sempre di fare una doccia o un bagno caldo, in modo da favorire la naturale apertura dei pori, e facilitare l’estrazione dei comedoni!

In primo luogo assicurati di aver lavato le mani in modo accurato con una soluzione disinfettante e, se possibile, utilizza guanti sterili in lattice. È importante disinfettare la zona interessata con un detergente antisettico, come la clorexidina.

Munisciti di garze sterili, e con molta cautela (fai attenzione a non esagerare con la pressione delle dita), vai a “spremere” facendo forza ai lati del punto nero. Quest’ultimo dovrebbe uscire senza molta fatica, se senti troppo dolore, fermati!

N.B: Al termine dell’estrazione ripassa la zona con la clorexidina, e stendi una crema antibiotica per impedire la proliferazione dei batteri.

Non sei riuscito a schiacciare i punti neri? Non preoccuparti, esistono tantissimi altri rimedi per eliminare il problema! Dai un occhiata a questo articolo: Come eliminare i punti neri: 9 rimedi efficaci

Ti sta piacendo questo articolo? Lo trovi utile? Condividilo su Facebook, e fai sapere ai tuoi amici come schiacciare i punti neri!

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Pinzetta leva comedoni o estrattore di punti neri

schiacciare i punti neri come fare consigli indicazioni levacomedoni

Pinzetta per punti neri, estrattore di comedoni, leva comedoni: gli sono stati attribuiti svariati nomi a questo sconosciuto strumento per la rimozione dei punti neri che si trovano sul nostro viso.

Questa è sicuramente la scelta migliore per schiacciare i punti neri!

Questo strumento è adatto per qualunque tipo di pelle: non fa alcuna differenza che tu abbia la pelle grassa o secca, non vi sono controindicazioni di questo tipo, purché si faccia particolare attenzione durante l’utilizzo.

Il materiale impiegato per la realizzazione di questo strumento, per lo più delle volte, si tratta di acciaio inossidabile, o acciaio chirurgico, essendo entrambi adatti per le operazioni chirurgiche, in quanto ipoallergenici, e facili da disinfettare. Inoltre possono essere sterilizzati infinite volte.

In commercio se ne trovano di svariate misure e tipologie, come ad esempio il modello con doppia punta che ha una estremità più larga, utile ad estrarre la parte principale del comedone, mentre la parte più sottile è utilizzata per le rifiniture.

Questa tipologia di pinzetta leva comedoni, è usata in modo specifico per raggiungere zone più difficili, come punti neri sul naso o intorno alle orecchie.

Un altro modello di estrattore di punti neri, è provvisto di un lato forato concavo studiato appositamente per incastrare il comedone, ed estrarlo con facilità, mentre l’altro lato dispone di una punta affilata, utile per incidere i punti bianchi.

Per aiutarti nella scelta, ho selezionato personalmente le migliori pinzette leva comedoni più vendute su Amazon: clicca qui per scoprire quali sono!

Come si usa ?

Come buona regola prima di ogni trattamento, è sempre bene sottoporsi a un bagno di vapore.

Per farlo, ti basterà far bollire un pò di acqua calda, ed esporvi il viso per alcuni minuti.

Ti consiglio di coprirti il capo con un asciugamano e aggiungere qualche goccia di olio essenziale per un azione antibatterica.

Ci siamo, è giunto il momento di usare la pinzetta leva comedoni:

  1. Utilizza possibilmente dei guanti sterili per effettuare questa operazione, onde evitare spiacevoli conseguenze.

  2. Afferra con decisione la pinzetta dal manico, ponendo l’estremità con l’anello più grande direttamente sul punto nero circondandolo.

  3. Ora con molta delicatezza inizia a esercitare una leggera pressione, aumentando man mano la pressione fino a quando le impurità contenute nel poro non fuoriescono.

  4. In base al contenuto del punto nero, e della sua profondità, dovrai esercitare più o meno pressione, facendo sempre molta cautela.

N.B: Vedrai che una volta che avrai preso il via, l’uso della pinzetta leva comedoni ti risulterà molto più facile, immediato, e sopratutto più igienico rispetto alla pratica di schiacciare i punti neri con le mani!

Se non ti trovi a tuo agio nell’usare la pinzetta leva comedoni, puoi optare per altri rimedi altrettanto efficaci!

✅ Il primo sono le black mask, sono uno dei rimedi più efficaci (la Bioness Black Mask è la migliore in assoluto),

✅ Il secondo è l’ultima novità tecnologica arrivata sul mercato, il famoso aspira punti neri!

Mentre se stai cercando un sistema per la pulizia della pelle e del viso a 360°, dai un’occhiata alla spazzola per la pulizia del viso!

Perché la pinzetta leva comedoni è meglio delle mani?

Tutti almeno una volta abbiamo ceduto alla irrefrenabile tentazione di schiacciare i punti neri con le mani.

Ma come ne abbiamo già ampiamente discusso sopra, questo trattamento se non eseguito correttamente, può comportare delle complicazioni più o meno gravi!

Al contrario delle mani, la pinzetta leva comedoni, oltre ad avere una migliore presa grazie alla sua forma, permette di regolare la pressione, senza correre il rischio di ferirsi o farsi male!

Inoltre, rispetto alle mani, ha un importante vantaggio, assolutamente da non sottovalutare, ovvero può essere sterilizzata dopo ogni utilizzo, e ogni qualvolta che vorrai.

Così non correrai il rischio di infettare la zona circostante, e far proliferare i batteri, con conseguenze davvero spiacevoli!

Preferisci non usare la pinzetta leva comedoni? Esistono tantissimi rimedi naturali fai da te, per togliere i punti neri senza spendere soldi! Scopri quali sono in questo articolo: Punti neri: rimedi naturali fai da te

Ti è piaciuto questo articolo? Dai un voto: 

Schiacciare i punti neri: come fare, consigli e indicazioni
5 (100%) 3 votes

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here